Legionella

L’acqua è un bene prezioso che va tutelato; la sua qualità va controllata periodicamente. In questo liquido così fondamentale per la vita si può sviluppare un batterio chiamato Legionella. Le principali fonti a rischio sono: rubinetti, docce, vasche idromassaggio e serbatoi di accumulo, acqua di pozzo, acqua termale, piscine e fontane, acqua condensata in impianti di condizionamento e umidificazione, acqua proveniente da sgocciolamento di torri di raffreddamento e tutte le zone dove si possono formare aerosol.

La legionella può portare allo sviluppo di un’infezione chiamata “Legionellosi”: il nome deriva da un epidemia di polmonite che si verificò in una riunione dell’American Legion nel 1976 a Philadelphia. La Legionellosi è un infezione molto grave che può anche avere effetti letali, può portare alla Malattia dei Legionari, alla Febbre di Pontiac e altre forme subcliniche che colpiscono principalmente l’apparato respiratorio.

Acque

Acque di rete da impianto sanitario (rubinetti, docce, serbatoi di accumulo, autoclavi), di piscina, impianti termali, fontane. Tamponi su acqua condensata da condizionatori e torri di raffreddamento.

Biofilm e materiali sospetti

Tamponi su materiale a composizione organica (biofilm) affiorante dalle tubazioni, materiali sospetti. Campionamento e analisi diretta sul tal quale del biofilm e del materiale sospetto.

Procedure di autocontrollo

Implementazione e stesura manuali e registri di autocontrollo legionellosi, piano di monitoraggio analitico stabilito per legge, consulenza e risoluzione problematiche dovute alla presenza di legionella.